Twitter Facebook
Cellule staminali: che cosa sono?
gravidanza - neonati, Rubrica Cellule Staminali

unnamed

Cellule staminali: che cosa sono?

Ecco le caratteristiche e le classificazioni

A cura di: Ufficio Stampa Sorgente

Sempre più frequentemente si sente parlare di cellule staminali, del loro utilizzo in campo medico, e della conservazione cordone ombelicale.

Di conseguenza è del tutto lecito chiedersi: "Che cosa sono, esattamente, queste cellule staminali di cui tanto si parla?".

Tre sono le caratteristiche più importanti che appartengono alle cellule staminali:

- sono prive di un'identità funzionale ben definita;

- sono in grado di auto rinnovarsi, ossia di replicarsi e di generare altre cellule staminali;

- possono dare origine a tutti i tipi di cellule che compongono un essere umano adulto

Le cellule staminali sono tantissime e di varie tipologie, ognuna delle quali ha una propria capacità di differenziarsi; vediamo quali sono i tipi di cellule staminali esistenti:

  • staminali totipotenti: sono in grado di originare tutte le cellule che costituiscono un individuo;
  • staminali pluripotenti: possono dare vita a tutte le cellule di un individuo, ad eccezione di quelle dei tessuti extra embrionali;
  • staminali multipotenti: sono capaci di originare tipi cellulari differenti ma limitati ad una funzione specifica. Appartengono a questo tipo di cellule staminali, le cellule ematopoietiche (le cellule staminali del sangue) che riescono a generare tutte le cellule ematiche tranne quelle del cervello.

Anche la parte corpo dal quale hanno origine, costituisce un fattore di classificazione per le cellule staminali, le quali sono presenti virtualmente in tutti i tipi di tessuto corporeo:

  • staminali embrionali: si tratta di cellule pluripotenti che si trovano nell'embrione. La raccolta di questo tipo di cellule staminali è molto complessa, poiché implica la distruzione dell'embrione stesso. Da ciò è facilmente deducibile come l'utilizzo delle cellule staminali embrionali sollevi pesanti controversie dal punto di vista etico;
  • staminali del cordone ombelicale: si tratta di cellule staminali multipotenti che si trovano nel sangue del cordone ombelicale. La loro raccolta non comporta alcun danno né alla madre né al nuovo nato, quindi può essere eseguita in tutta sicurezza. L'utilizzo delle cellule staminali cordonali non può, in alcun modo, sollevare questioni di natura etica, che invece si generano esclusivamente in caso di raccolta di cellule staminali dall'embrione;
  • staminali adulte: sono cellule staminali che potenzialmente sono presenti in tutti i tessuti e organi di una persona in età adulta. Per quanto concerne il loro utilizzo in campo clinico, le cellule staminali adulte più importanti sono sia quelle ematopoietiche, le quali danno vita a tutte l cellule ematiche, sia quelle mesenchimali, che sono capaci a loro volta di generare diversi tipi di cellule, come ad esempio le cellule del tessuto adiposo e le cellule del tessuto cartilagineo).

Le cellule staminali rappresentano sotto l'aspetto biologico un vero e proprio patrimonio, potenzialmente capace di creare qualunque tipo di tessuto o di organo di un individuo.

Per maggiori informazioni: www.sorgente.com

Note bibliografiche


Thomson, J.A., et al., Embryonic stem cell lines derived from human blastocysts. Science, 1998. 282(5391): p. 1145-7.

Menendez, P., et al., Human embryonic stem cells: potential tool for achieving immunotolerance? Stem cell Rev, 2005. 1(2): p. 151-8.

Ikada, Y., Challenges in tissue engineering. J R Soc Interface, 2006. 3(10): p. 589-601.