Twitter Facebook
Rubrica Corso-Preparto.it
Corso preparto di coppia: i vantaggi raddoppiano!
salute, Rubrica Corso-Preparto.it

Corso_preparto_di_coppia

Corso preparto di coppia: i vantaggi raddoppiano!

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Nove mesi di attesa ed ecco venire al mondo non solo un bambino, ma anche una nuova famiglia! Per arrivare ben preparati a questo evento, mamma e papà posso decidere di frequentare un corso preparto di coppia. Sono sempre di più i corsi di questo tipo offerti in tutta Italia, e numerosi sono i vantaggi che possono derivare da questa scelta. Vediamo insieme perché.

Il corso preparto di coppia può essere molto adatto per chi è alle prese con la nascita del primo figlio, tuttavia esso può essere utile anche per quanti sentono il bisogno di un maggior coinvolgimento di entrambi i genitori in vista del nuovo arrivo, in una famiglia già numerosa. Il beneficio principale consiste nel poter condividere non solo le emozioni positive, ma anche le tipiche ansie che caratterizzano i mesi dell’attesa, facendo sì che la mamma non si senta sola in questa fase delicata della propria vita, e che il papà non si senta in qualche modo lasciato in disparte. Le lezioni hanno lo scopo di spiegare alcuni fondamentali di fisiologia e di anatomia femminile che possono aiutare entrambi i genitori a capire che cosa succede durante la gravidanza, e a prepararsi meglio al parto.

Leggi tutto...
 
Corso preparto in acqua, quali vantaggi
salute, Rubrica Corso-Preparto.it

Corso_preparto_in_acqua

Corso preparto in acqua, quali vantaggi

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Quanti modi ci sono per prepararsi al parto? Ormai è diventata un’abitudine iscriversi a un corso preparto, ma vediamo quali sono i vantaggi e i benefici che si possono avere da questa scelta. In particolare, il corso preparto in acqua è uno dei modi più naturali per prepararsi al travaglio e al parto oltre che per mantenersi in forma durante la gravidanza. Sulla pagina www.corso-preparto.it è possibile trovare il corso migliore nella propria città. Qui risolviamo alcuni dei dubbi più frequenti delle future mamme in merito ai corsi preparto. Primo fra tutti, cosa si fa durante un corso preparto in acqua? Spesso  ci si chiede se sia necessario saper nuotare e se il corso preparto in acqua sia pensato soltanto per chi partorirà in acqua o se si possa seguire anche se si è programmato un parto tradizionale. Generalmente i corsi preparto in acqua si tengono in piscine dove l’acqua è riscaldata (tra i 29 e i 32 gradi) e soprattutto dove è alta circa 75 centimetri, motivo per cui questi corsi possono tranquillamente essere seguiti anche da chi non sa nuotare. Certo è che per essere rilassate e godere appieno dei benefici del corso, è sicuramente consigliabile avere un buon rapporto con l’acqua.

Leggi tutto...
 
Danzare per prepararsi al parto: la danza del ventre
salute, Rubrica Corso-Preparto.it

Danza_del_ventre_in_gravidanza

Danzare per prepararsi al parto: la danza del ventre

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Annoiate dai corsi preparto tradizionali e affascinate da tutto ciò che è orientale? Amanti delle danze esotiche? O semplicemente curiose e desiderose di fare nuove esperienze? Se avete risposto si ad almeno una di queste domande un corso di danza del ventre in gravidanza potrebbe essere la scelta migliore per prepararvi al parto.

Alcuni movimenti tipici della danza del ventre, come le "onde", gli "otto" o i movimenti "del cammello" e "del serpente", oltre a tonificare l'addome, sono infatti utili in gravidanza perché contribuiscono a mantenere elastica la muscolatura dorsale, del bacino e della zona pelvica. Questa danza inoltre richiede di focalizzare l'attenzione proprio nella zona del bacino, migliorando la sensibilità e consentendo di percepire meglio il bambino. Questa migliore percezione favorisce l'acquisizione di consapevolezza e l'accettazione dei tanti cambiamenti che il corpo di una donna attraversa durante la gravidanza. I ritmi lenti di questa danza, le note basse e le melodie orientali, inoltre, favoriscono il mantenimento di una respirazione costante, il rilassamento e l'acquisizione di uno stato mentale positivo.

Leggi tutto...
 
Pilates in gravidanza: esercizio e controllo
salute, Rubrica Corso-Preparto.it

Pilates_in_gravidanza

 Pilates in gravidanza: esercizio e controllo

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Esercizio e controllo: sono i principi cardine del pilates, una disciplina antica, fondata nel secolo scorso da Joseph Pilates e dal lui stesso definita con il termine “Contrology”, ad indicare il controllo della mente sul corpo e sulla respirazione che questa disciplina mira ad insegnare. Il pilates in gravidanza è infatti ottimo per apprendere a controllare la propria respirazione (non dimentichiamo che la respirazione sarà un elemento importante al momento del parto e aiuterà a controllare il dolore e a gestire le spinte durante la fase espulsiva), la propria postura e per allenare quelle fasce muscolari più profonde, in particolare quelle dell’addome e del dorso, che la gravidanza mette maggiormente alla prova.

Per fare questo viene si viene spesso invitati durante le lezioni alla concentrazione e alla attivazione di quella connessione tra mente e corpo che consente di eseguire ogni movimento con precisione e fluidità. Un allenamento efficace e mai stressante che, in un corso dedicato alle gestanti, mira a lavorare soprattutto sull’acquisizione e il mantenimento di una postura ottimale e sulla tonificazione dei muscoli del bacino e del pavimento pelvico. Il peso del pancione, infatti, spesso provoca nelle donne in gravidanza l’acquisizione di una postura scorretta, in cui il baricentro risulta sbilanciato. Questa postura, se nell’immediato sembra la migliore per diminuire la fatica negli spostamenti e nei movimenti, porta in realtà nel medio-lungo termine a lombalgie e sciatalgie fastidiose e dolorose, che il pilates può aiutare a correggere.

Il pilates può essere praticato a corpo libero, con il solo ausilio di un materassino da palestra per gli esercizi da eseguire a terra (in questo caso si parla di pilates mat work), può prevedere l’impiego di attrezzi come la fit ball (un grosso pallone gonfiabile, che ha un diametro variabile tra i 45 e i 75 centimetri e che può essere d’aiuto nell’esecuzione di alcuni esercizi) oppure può richiedere l’uso di veri e propri macchinari, studiati appositamente per questa disciplina.

Leggi tutto...
 
Pro e contro dei corsi preparto a domicilio
salute, Rubrica Corso-Preparto.it

Preparto_di_coppia

Pro e contro dei corsi preparto a domicilio

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Mettere al mondo un figlio è insieme un evento che cambia l’esistenza: non solamente i ritmi di vita della neomamma – che conosce importanti cambiamenti anche a livello fisico –, ma anche le dinamiche esistenti all’interno di una coppia. Anche se il corpo umano rappresenta una “macchina” perfetta per accogliere al meglio il nascituro, alcune future mamme che non vogliono trovarsi impreparate al momento del parto si iscrivono a un corso preparto a domicilio. Si tratta di donne che, pur volendosi avvalere dell’aiuto di alcuni professionisti come ostetriche e ginecologi, per saperne di più sul momento culminante della gravidanza, non hanno la possibilità di frequentare un corso preparto tradizionale.

Problemi di salute nel corso della gravidanza, orari di lavoro particolari oppure esigenze personali della futura mamma possono infatti essere un impedimento per la frequenza di un corso collettivo. Venendo incontro a queste necessità particolari, alcuni ospedali, pubblici e privati, propongono una valida alternativa ai corsi tradizionali, offrendo alle future mamme la possibilità di ricevere la visita a domicilio del professionista che si occupa della preparazione al parto. Medici oppure ostetriche si mettono direttamente in contatto con la donna e concordano con lei un calendario di incontri, sulla base delle sue disponibilità.

Leggi tutto...
 
I vantaggi dei corsi postparto di assistenza all’allattamento
salute, Rubrica Corso-Preparto.it

 Assistenza_allallattamento

I vantaggi dei corsi postparto di assistenza all’allattamento

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Attraverso l'allattamento al seno materno – pratica naturale e consigliata da tutti i medici – la mamma provvede al nutrimento del proprio bambino con l’alimento perfetto per la sua crescita, contribuendo allo stesso tempo a rafforzare il suo legame con il neonato. L’allattamento però può essere vissuto da alcune mamme in modo problematico e senza la necessaria serenità. In questi casi è consigliabile frequentare un corso postparto di assistenza all’allattamento: un utilissimo supporto per le neomamme, che spesso si trovano ad affrontare da sole non solo mastiti, ingorghi mammari e ragadi, ma anche ansie e timori tipici della maternità. Un corso postparto di assistenza all'allattamento invece è in grado di garantire un aiuto concreto alla neomamma in difficoltà, attraverso la guida rassicurante di ostetriche, infermiere e medici specialisti.

I consigli degli esperti possono infatti rappresentare un grande supporto per le neomamme, aiutandole a risolvere alcuni inconvenienti legati alla pratica dell’allattamento, per esempio, per quanto riguarda la posizione da adottare. Dal momento che non può essere prescritta una posizione perfetta per tutte le mamme, durante i corsi di assistenza all'allattamento gli specialisti mostrano alle partecipanti le numerose variabili possibili. Ciascuna mamma potrà poi cercare la posizione che ritiene più funzionale per sé e per il neonato, mutandola anche a seconda del momento in cui si trova ad allattare.

Leggi tutto...
 
L’importanza di un aiuto psicologico: i corsi post parto
salute, Rubrica Corso-Preparto.it

coppia_postparto

L’importanza di un aiuto psicologico: i corsi post parto

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Diventare mamma è un passaggio naturale per ogni donna. Ma non sempre le predisposizioni naturali sono sufficienti per prepararsi a questa splendida e al tempo stesso impegnativa esperienza.

Sono tante le donne che decidono allora di rivolgersi ad esperti per ricevere un adeguato supporto. In primo luogo prima del parto per prepararsi fisicamente e psicologicamente al momento in cui nascerà il proprio bambino, ma anche attraverso un corso postparto.

Ma a cosa serve concretamente frequentare un corso postparto? L’utilità di un corso postparto si dimostra nella possibilità di apprendere tante informazioni pratiche legate ad esempio all’allattamento o alla gestione di un piccolo malanno, ma anche nella possibilità di ricevere un valido supporto psicologico.

Perché diventare mamma è un’esperienza unica che regala emozioni stupende e forti ma talvolta contrastanti: un tale cambiamento in alcuni casi può essere affrontato più facilmente non solo grazie alla vicinanza della propria famiglia e del proprio compagno, ma anche di uno specialista o di un gruppo di supporto di neo mamme. Uno spazio libero in cui esprimere senza alcun limite i propri pensieri e condividere stati d’animo e preoccupazioni.

Preoccupazioni che sono del tutto intrinseche nell’esperienza della maternità, ma che talvolta possono sfociare nel baby blues o nella depressione post parto.

Leggi tutto...
 
Festeggiare l’arrivo di un bebè con un baby shower
per la famiglia, Rubrica Corso-Preparto.it

 dolce_attesa

Festeggiare l’arrivo di un bebè con un baby shower

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

La nuova moda che viene dagli Stati Uniti si chiama baby shower. Di che cosa si tratta precisamente? Il baby shower è un momento di festeggiamento organizzato in vista dell’arrivo di un neonato. Nata in America e divenuta ormai una tradizione, questa festa si sta diffondendo sempre di più anche in Italia, rappresentando ormai un appuntamento imperdibile, al pari del momento della scelta del corredino o della partecipazione a un corso preparto.

Il baby shower celebra la gravidanza e l’attesa del bambino in una festa che mette al centro la futura mamma e il nascituro e che viene organizzata nelle settimane che precedono il parto. Dopo aver conosciuto il baby shower in serie tv e film statunitensi, non diversamente da come è avvenuto con Halloween, molti europei e italiani hanno importato questa divertente tradizione.

Leggi tutto...
 
Agopuntura in gravidanza: tutti i vantaggi
per la famiglia, Rubrica Corso-Preparto.it

agopuntura

Agopuntura in gravidanza: tutti i vantaggi

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Il benessere psico-fisico: un obiettivo per molti, in ogni fase della vita. Ecco allora che un numero crescente di persone si avvicina alle discipline orientali. Tra queste, troviamo anche l’agopuntura, pratica dalle origini molto antiche, che sempre più spesso viene proposta anche durante un corso preparto, per alleviare alcuni tra i disturbi tipici della gravidanza.

La tecnica dell’agopuntura (con un’attenzione per l’agopuntura in gravidanza), si basa sulla teoria secondo la quale nel corpo umano si troverebbero dodici meridiani, canali energetici colmi di energia vitale chiamata “qi” che si collegano ai principali organi del nostro corpo come cuore, fegato e polmoni.

Ecco allora che l’agopuntura, attraverso l’utilizzo di aghi sottili, va a stimolare punti specifici dei meridiani, riequilibrando così lo scorrimento dell’energia nei meridiani e ristabilendo l’equilibrio tra le energie vitali Yin e Yang.

E’ proprio durante la gravidanza che la stimolazione di determinati punti può portare grandi benefici, contrastando disturbi tipici del periodo: le cefalee, le frequenti sensazioni di nausea, il dolore causato dalla lombosciatalgia o i problemi di circolazione. Si tratta di disturbi difficilmente curabili con i farmaci tradizionali, soprattutto nel periodo della gravidanza.

Leggi tutto...
 
Coccole di benessere con il massaggio neonatale
salute, Rubrica Corso-Preparto.it

massaggio_neonatale_mamma

Coccole di benessere con il massaggio neonatale

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Con la nascita il bimbo abbandona il grembo materno che per nove mesi è stato il suo accogliente mondo, nel quale si sentiva al sicuro. All’improvviso il neonato è all’esterno, e i suoi sensi ancora acerbi non sono abituati al ritmo della quotidianità: questi nuovi stimoli possono rendere il bimbo molto nervoso. Per calmare e rassicurare il bambino, la mamma troverà molto utile frequentare il corso di massaggio neonatale. Questo tipo di corso ha l’obiettivo di aiutare la neomamma a far affrontare e superare, in modo rassicurante, quei piccoli disturbi fisici che può avere il bambino. Non solo le mamme ma anche i papà possono partecipare al corso di massaggio neonatale, poiché riguarda un momento in cui uno dei due genitori e il neonato, creano un legame visivo e fisico. Il contatto ravvicinato, intimo, accresce di conseguenza anche il legame affettivo. Le tecniche per massaggiare il neonato sono molte, e tutte volte al rilassamento del bambino e al raggiungimento del suo benessere e della sua tranquillità, e all’alleviamento delle sue piccole tensioni. Vi sono alcuni accorgimenti da rispettare: è necessario che il bimbo non abbia indosso né i vestitini né (preferibilmente) il pannolino, affinché il contatto tra mani materne (o paterne) e pelle del bimbo sia diretto e non abbia “intralci”, e di conseguenza anche l’esperienza sensoriale sia migliore.

Leggi tutto...
 
Musicoterapia in gravidanza: perché praticarla?
salute, Rubrica Corso-Preparto.it

musicoterapia_in_gravidanza_2

Musicoterapia in gravidanza: perché praticarla?

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

La musica per migliorare il rapporto con se stesse e con il proprio corpo, per rilassare corpo e mente e per comunicare con il bambino che si porta in grembo: sono tanti i vantaggi dell’ascoltare musica in gravidanza. Ecco allora l’idea di frequentare un corso preparto di musicoterapia in gravidanza. Capiamo quali sono i vantaggi del frequentare un corso preparto che alle tradizionali attività ne affianca altre di tipo sonoro-musicali.

Durante un corso di musicoterapia in gravidanza la futura mamma viene portata a combattere ansia e stress, raggiungendo così uno stato mentale positivo; il tutto attraverso la musica e una serie di esercizi di rilassamento e di respirazione.

A partire dalla ventisettesima/trentesima settimana di gravidanza poi, il bambino inizia a svilupparsi il senso dell’udito; questa fase sarà importantissima perché è da qui che potrà reagire alla voce della mamma e del papà e all’ascolto della musica. Musica quindi come eccellente mezzo di comunicazione tra mamma e bambino, ma anche come mezzo per stimolare lo sviluppo del sistema nervoso del feto. Ogni stimolo presente nell’ambiente circostante infatti, può aiutare il bambino nel suo processo di sviluppo. La musica migliore resta però la voce della mamma, una “coccola sonora” che il bambino è indubbiamente in grado di percepire.

Leggi tutto...
 
L'occorrente per mamma e bimbo: come preparare la valigia per l'ospedale
salute, Rubrica Corso-Preparto.it

gravidanza_valigia

L'occorrente per mamma e bimbo: come preparare la valigia per l'ospedale

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Durante i nove mesi di gestazione, la neomamma avrà tante cose cui pensare per prepararsi adeguatamente ad accogliere il proprio bambino. Preparare la cameretta, comprare vestitini e tutto l’occorrente per il benessere del nascituro sono attività che la impegneranno in attesa del lieto evento. All’avvicinarsi della data del parto, la futura mamma dovrà pensare a come preparare la valigia ospedale e a tutte quelle cose che potranno servire a lei e al bimbo, quindi sarà molto utile stilare un elenco di cose da portare in ospedale.

Ogni struttura ospedaliera fornisce una lista di cose di prima necessità che può variare per ogni clinica. Gli ospedali danno un numero approssimativo di abiti e prodotti da portare con sé, tuttavia si consiglia alla neomamma di informarsi presso la stessa struttura ospedaliera e di stilare comunque una lista propria, in modo da non tralasciare qualcosa che potrebbe essere utile a lei e al bebè durante il ricovero.

Si suggerisce di iniziare a preparare la valigia per l’ospedale già dal settimo mese di gravidanza. Si deve considerare la stagione in cui si partorirà, fredda o calda, così da avere un vestiario adatto, e si dovrebbe preferire un borsone e non una valigia per l’ospedale, poiché il primo entra più facilmente in un armadio piccolo o stretto.

Leggi tutto...
 
I falsi miti in gravidanza
salute, Rubrica Corso-Preparto.it

dolce_attesa

I falsi miti in gravidanza

A cura di: Ufficio stampa Ok Corso Preparto

Dal momento in cui una donna scopre di essere incinta arrivano una serie di consigli, a volte anche non richiesti, da parte di parenti, amici, colleghi e chi più ne ha più ne metta.

Spesso, però, questi consigli non sono così affidabili, ed è proprio per questo che è opportuno sapere prima quali sono i falsi miti in gravidanza.

  • Le voglie: è molto diffusa l’idea che le voglie siano legate al desiderio del bambino e che se non vengono soddisfatte probabilmente nascerà con una macchia sulla pelle. In realtà, secondo i medici, non vi è alcuna correlazione tra le due cose in quanto la comparsa delle macchie è dovuta a fattori come la maggior concentrazione di melanina o dalla dilatazione di alcuni vasi sanguigni.
  • L’alimentazione: la dieta delle gestanti deve adeguarsi a fornire i nutrimenti fondamentali al bambino, ma è importante che la donna non aumenti troppo di peso perché potrebbe essere pericoloso. Per questo il consiglio di “mangiare per due” è sbagliato.
  • Sesso del bebè: secondo la tradizione se la pancia ha una forma a punta significa che il bambino è maschio, mentre se la pancia è tonda si tratta di una femmina. Secondo i medici, però, non vi è alcun fondamento scientifico in questa teoria, anzi la forma della pancia dipende dalla conformazione del bacino della donna incinta.
  • Indossare collane: si dice che indossando collane aumenta la possibilità che il cordone ombelicale si avvolga intorno al collo del bambino. In realtà questa è solo una superstizione, perché il cordone può compiere questo giro a causa dei tanti movimenti del bambino.
  • Cicli lunari: si dice che i cicli lunari influenzino la nascita del bambino, che l’effetto della luna sulle maree si ripercuota sul liquido amniotico. Questo argomento è ancora molto dibattuto in quanto i medici dicono che sia solo un falso mito ma l’idea rimane viva nella mente di molti. Le fasi lunari sono associate anche al sesso del bambino: se la luna è in fase calante nascerà una femmina, se la luna è in fase crescente, invece, nascerà un maschio.

Prima di seguire qualsiasi tipo di consiglio, è opportuno informarsi meglio e, nel caso, consultare il proprio ginecologo.

Trova i corsi preparto nella tua città su www.corso-preparto.it.

 

Powered by Multicategories Component for Joomla!1.5